In evidenza
Borghi e Sapori. Le ricette di Olio e Farro, 11a edizione
dal 11/11/2016 al 13/11/2016
Sapori, spettacoli, convegni, mostre, mercatini e diverse novità per l'edizione 2016 di Olio e Farro, che si svolgerà dall’11 al 13 novembre, ad Alviano, in Umbria. Questa edizione sarà anche la conclusione del ciclo di conferenze per i 500 anni dalla morte di Bartolomeo d’Alviano, uno dei più importanti condottieri del Rinascimento. Conferenze organizzate in collaborazione con il Dipartimento di Lettere, Lingue, letterature e civiltà antiche e moderne dell’Università degli Studi di Perugia. La cucina e i sapori umbri saranno protagonisti sia del percorso di degustazioni lungo il borgo sia del mercatino (interamente al coperto) che ospiterà artigiani e commercianti. Tra le degustazioni faranno da “padroni di casa” l’olio nuovo e il farro. Novità di quest’anno - a seguito di una crescente richiesta, comprovata da un questionario di qualità distribuito lo scorso anno ai visitatori - il prolungamento dell’orario di degustazione, che passa dalle 20 alle 22. Gli spettacoli si apriranno venerdì sera con la rievocazione teatralizzata dell’orazione in memoria di Bartolomeo di Alviano. Si continuerà il sabato con il coinvolgimento delle scuole e con le musiche e canti della civiltà contadina suonate per il borgo dal gruppo Organicanto. Gruppo che darà il cambio la domenica ad altri cantori, Le Muse del Drago. Previsti spettacoli e animazione anche per i bambini. I convegni vedranno protagonisti tra l’altro i temi degli usi civici e dei tartufi. Anche Bartolomeo d’Alviano sarà al centro di un convegno. Si terrà infatti sabato 12 novembre l’ultima delle otto conferenze a lui dedicate, che avrà come titolo “Bartolomeo e i Classici”. Al condottiero, nonché uomo colto e abile nella ricostruzione di fortificazioni, sarà dedicata anche la mostra “Bartolomeo D’Alviano e il suo tempo”. Per il pomeriggio di domenica si conferma anche il tradizionale “Brindisi al Castello”, degustazione guidata di vini. La manifestazione è organizzata dal Comune e dalla ProLoco di Alviano in collaborazione con i quattro Rioni, del Circolo Culturale “Livio di Alviano”, del Comitato Festeggiamenti e del Dominio Collettivo e con il sostegno del Puc3 (Programmi Urbani complessi). "I borghi dell’Umbria e di tutto il centro Italia sono stati feriti dal terremoto dei giorni scorsi - dichiara il Sindaco Giovanni Ciardo - . Cosa fare? Ce lo siamo chiesti anche pensando ad uno degli eventi più attesi della nostra zona, che richiama ogni anno migliaia di persone, Olio e Farro, che si terrà da venerdì 11 a domenica 13 novembre ad Alviano. Il terremoto ci ha costretto a dei cambiamenti sul programma, ma non potevamo fermare tutto. Non potevamo e non volevamo, perché quell’appello che si è alzato in tutta Italia “non lasciate soli i borghi colpiti, acquistare i prodotti locali” può avere una forte risposta propio nel rendere viva e partecipata questa manifestazione. Perché per Olio e farro i protagonisti sono proprio un borgo, il suo castello e i prodotti tipici. Per questo ringrazio anticipatamente tutti i cittadini che permetteranno questo 11esimo anno della manifestazione, ma soprattutto chiedo a tutti di essere presenti e di far un importante passaparola. Perché quest’anno questa manifestazione possa essere il simbolo di una riscossa, di una risposta di chi non arretra e di chi vuole continuare a promuovere questo fazzoletto d’Umbria e le sue bellezze. Vi aspetto in tanti".
News
5°premio: 509 4°premio 1530 3°premio 451 2°premio 643 1°premio 703
Due giorni di musica, teatro e arte nel Castello di Alviano - in Umbria- dove il pubblico può girare per le sale e “gustare” le installazioni sonore, le performance teatrali e artistiche che verranno create per l’occasione o ascoltare i concerti serali che saranno proposti nello spazio antistante il castello. La direzione del Festival è affidata al maestro Arturo Annecchino, pianista e compositore fra i più prolifici ed apprezzati autori di musica per teatro,danza e ora anche di cinema. Di recente ha ricevuto la nomination al David di Donatello per le musiche del film "Nessuno si salva da solo" di Sergio Castellito ed è reduce dal successo ottenuto da"La Medea" di Seneca portato in scena al Colosseo, di cui ha curato tutte le musiche. Il festival, che per quest'anno ha scelto come tema quello dei fantasmi, interpretato in maniera leggera ed ironica, si svolge in più momenti: Si inizia alle 18 con un laboratorio teatrale per i bambini, si continua dalle 19.30 alle 21.30 con originali e numerose performance teatrali e artistiche all'interno delle sale del Castello, per arrivare alle 22.00 quando lo spazio sarà totalmente dedicato alla musica degli eventi serali. Spazio al gusto anche con un menù a chilometro zero. L' Ingresso all'evento è libero. INFO: 335 6532092 Il progetto è stato finanziato dal "Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale: l’Europa investe nelle zone rurali". Organizzazione e produzione di ICompany, promozione di Mind. L'evento si avvale delle associazioni del paese, che avremo modo di presentare. Programma12-13 agostoORE 18.00 – Sala Consiliare del Castello“Le LaboraStorie” Percorsi interattivi di lettura creativa.Laboratorio teatrale a cura della Compagnia “Il Draghetto” e dedicato ai bambini (5-12 anni).ORE 19.30 e fino alle 22.00Apertura spazi Castello dedicati alle performances e agli allestimenti.Ingresso piano terra• I Fantomatici xy installazione di Roberta Boccacci.• Segnaletica d'autore di Francesco Ghisu.• Elogio dell’ombra, istallazione fotografica di Pasquale Comegna.• Come quando fuori piove, performance di Alice Sforza con Roberta Boccacci.• KICHER - di Nina Khaldi - Digital painting Manifesti da strada in grande formato raccolgono il fluire onirico metropolitano, tratto dallo scenario notturno dall'undergrownd berlinese. Gli elementi grafici, decontestualizzati e riassemblati nelle immagini, descrivono un moto percettivo oscillatorio tra la realtà materiale e la realtà virtuale, i cui rispettivi ambiti risultano privi di demarcazione.Sala del pozzo IL BOSCO. I mostri della ragione generano sonno.Di Pierluca Cetera e OPERAInstallazione in cui l’opera pittorica, illuminotecnica e sonora si armonizzano nella creazione di uno spazio di sospensione, l’intimità del sonno. Le figure dipinte emergono dal buio per entrare in risonanza con il respiro di chi guarda. I ritratti alternano zone materiche a strati di velature, tali per cui tecnica pittorica e luce permettono di osservare nel tempo le diverse fasi della creazione, per entrare letteralmente nella pittura.Sala sotterranei“LETTURE FANTASMAGORICHE” Letture animate tratte dal libro Il fantasma di Cantervilledi Oscar Wilde.A cura dell’Associazione libri salvati di Alviano.Piazza Bartolomeo d'AlvianoDegustazioni gastronomiche a Km0. Degustazione con prodotti della zona.Eventi 12 agostoP.zza Bartolomeo d'Alviano (area concerti)ORE 22.00Concerto della Med Free Orkestra – ensemble multietnicoCinque Paesi, tre continenti e cinque lingue diverse, la Med Free Orkestra è un ensemble caleidoscopico e multietnico composto da quattordici musicisti provenienti da varie aree del sud del mondo, per rappresentare una delle esperienze più interessanti e originali nell’ambito musicale nazionale e del bacino del mediterraneo. Nei suoi live propone un pop-rock-balcanico-mediterraneo-orientale dando spazio alla musica mediterranea, a quella balcanica, klezmer, africana, e più in generale alla world music.Il 1° maggio del 2015 la Med Free Orkestra partecipa al concerto di Piazza San Giovanni a Roma, incantando la critica e travolgendo il pubblico con ritmi e suoni dal mondo.Eventi 13 agostoSala del piano terraORE 19.30 – 22.00Valentina Valsania e Luchino GiordanaPerformances con letture tratte da "LA CHIUSA" di Conor McPherson.P.zza Bartolomeo d'Alviano (area concerti)ORE 22.00MISSALAIKA – Concerto di Arturo Annecchino e Synphònia BandMissalaika è un'opera-concerto, forse rock. È l’incontro stravagante tra un pianista afferrato dal moto perpetuo, una rock-band traballante e alcune voci incantatrici. Missalaika è un caleidoscopio di stili, atmosfere, sonorità narranti, che in una lingua immaginaria, catturano attimi di un lungo viaggio tra i molti mondi del cinema e del teatro. e inoltre...last minutes... presenze