Gemellaggi
DAONE, Trentino Alto Adige.
immagine DAONE, Trentino Alto Adige.
Clicca per ingrandire


La valle di Daone, che prende il nome proprio da questo paesino, rappresenta il cuore verde della Valle del Chiese, tipica valle alpina caratterizzata dalla presenza di un fiume, un lago e le vette innevate dell’Adamello che la sovrastano dall’alto.

Da qui si accede alla parte meridionale del Parco Naturale Adamello Brenta, che rappresenta la più vasta area protetta della regione ed è ricco delle più importanti risorse della natura: una consistente riserva di acqua alimentata dai ghiacciai, torrenti impetuosi e limpidi laghi alpini dai colori brillanti, oltre ad una componente faunistica fra le più ricche dell'arco alpino, che comprende tutte le specie montane, inclusi lo stambecco e l'orso bruno.


Il gemellaggio con Alviano è nato nel 2002.

Per saperne di più: www.prolocodidaone.it

 
ONDARA, Spagna.
immagine ONDARA, Spagna.
Clicca per ingrandire


Ondara è un paese spagnolo in provincia di Alicante, situato tra le colline della Sierra de Segária, a soli 4km dalla splendida Costa Blanca.

Una delle attrazioni più interessanti della cittadina è senz’altro la Plaza de Toros, costruita nel tardo 19°secolo in stile arabeggiante, poi distrutta durante la guerra civile spagnola e ricostruita alla fine degli anni Cinquanta.


Il gemellaggio con Alviano risale al....

Per saperne di più: www.ondara.org

 
VAJNORY, Repubblica Slovacca.
immagine VAJNORY, Repubblica Slovacca.
Clicca per ingrandire

Vajnory è un piccolo paese della Repubblica Slovacca, situato a soli 5 km dalla capitale Bratislava e a 60 km circa da Vienna.

La sua posizione è particolare: si trova, infatti, ai piedi dei Piccoli Carpazi, aprendosi verso la Pianura Danubiana.

Proprio grazie alla presenza del Danubio e della feconda pianura che circonda Vajnory, il suo territorio è da sempre un’area fertile ed abbondante, che già dai tempi antichi rappresentava il punto d’incrocio di due importanti vie commerciali: La Via dell’Ambra che collegava il Mare Adriatico ed il Mare Baltico e la Via Danubiana, che collegava l’Europa occidentale con l’Asia.

Il nome del paese deriva dalla produzione del vino, attività tipica di Vajnory sin dal passato: anche oggi, comunque, la viticultura rappresenta una parte importantissima dell’economia locale, con 1300 ettari di terreno coltivati e 3000 ettolitri di vino prodotti ogni anno.

Il gemellaggio con Alviano è nato nel 1990.

Per saperne di più: www.vajnory.sk



News
14 Novembre 2017
“Olio e farro non è più patrimonio solo di Alviano ma dell’Umbria intera, compresa quella meridionale”. Lo afferma il sindaco, Giovanni Ciardo, tracciando il bilancio dell’edizione 2017 appena conclusasi di “Olio e Farro” che ha richiamato un numero crescente rispetto agli altri anni sia di visitatori che di produttori locali e dell’Italia centrale. “Un’edizione – sottolinea sempre Ciardo – che ha messo in primo piano il patrimonio culturale e agroalimentare della terra alvianese e ternana, capace di intercettare la voglia di turismo esperienziale e di qualità che è in aumento in Italia. Olio e Farro ha proposto le eccellenze legate alle produzioni olearie ma anche a quelle casearie e zootecniche con formaggi e carni di alta qualità tutti provenienti da allevamenti locali e che hanno riscosso un notevole successo di pubblico. “La nostra manifestazione è in crescita – riprende Ciardo - anche grazie alla possibilità di poter sfruttare il nostro patrimonio culturale e naturalistico. La presenza del castello di Bartolomeo è un attrattore con grandissime potenzialità, così come, dal punto di vista ambientale e naturalistico, lo è l’Oasi Wwf. Su questi due asset – specifica il sindaco - abbiamo puntato inserendovi “Olio e Farro” per completare l’offerta di un territorio che merita attenzioni”. Dopo il rilancio post sisma dell’anno scorso, il tema di quest’anno era l’Europa, celebrata con un convegno e con i festeggiamenti per il 25esimo anno del gemellaggio con Vajnory (Slovacchia), al quale si è aggiunto più recentemente quello con Daone (Trentino Alto Adige). “Abbiamo celebrato gli scambi culturali con la Slovacchia in veri modi – dice Ciardo - sia con il rinnovo del patto di amicizia che con una mostra che ha ripercorso i 25 anni attraverso una fotografia per ogni anno”. A celebrare l’amicizia tra queste terre spettacoli itineranti del Coro “Re di Castello” di Daone, del Gruppo Folk “Vajnorsky Okraslovaci spol” e del Gruppo musicale “Vajnorska Dychovka”. Olio e Farro è organizzata dal Comune, Proloco di Alviano e molte realtà associative del paese. Particolare rilievo quest'anno ai gemellaggi con numerosi appuntamenti, parte del progetto “AlVaj_Citizens of Europe”, con il contributo europeo, del Programma “Europa per i cittadini”. Il sindaco preannuncia anche le prime novità della prossima edizione. “Sicuramente – afferma - la formula funziona e quindi verrà riproposta anche se con gli aggiustamenti doverosi per mettere a punto sempre meglio l’organizzazione e per il 2018 stiamo lavorando ad un nuovo tema che caratterizzi la manifestazione e che sarà probabilmente legato al Rinascimento approfondito attraverso musiche e danze, con l’obiettivo di migliorare e consolidare un marchio forte, per noi di Alviano, ma soprattutto per l’Umbria”.GALLERIA FOTO
Galleria Foto
Gemellaggi 2017
Gemellaggi 2017
Galleria Video
immagine video
play video